Archivio della categoria: Energia rinnovabile

Impianto fotovoltaico? Scegli Riva Impianti!

Oggigiorno sono sempre di più gli utenti che scelgono come fonte energetica primaria le energie rinnovabili ed in particolare i pannelli solari dell’impianto fotovoltaico. Si tratta di una scelta dettata da più esigenze sentite sempre più sia dai privati che dalle aziende. Basta dare uno sguardo al vantaggio principale che ne deriva: la convenienza economica che si tramuta in:

  • Risparmio assicurato sui consumi energetici per circa venticinque anni, eliminando tutte le bollette con fornitori esterni;
  • Guadagni assicurati grazie agli incentivi statali disponibili in Conto Energia;
  • Ritorno sull’investimento grazie agli incentivi che lo Stato ogni anno mette a disposizione per chi decide di investire nelle energie rinnovabili. Un ritorno economico che arriva fino al 26% sull’utile reale.

Dopo tutte queste valutazioni è necessario capire a quale azienda rivolgersi per installare un impianto fotovoltaico che sia efficiente ma soprattutto di ultima generazione. L’azienda Riva Impianti srl è una realtà vicentina che ha deciso di investire nell’ambito delle energie rinnovabili offrendo la massima professionalità con dei prodotti tecnologici e altamente performanti che soddisfano tutte le principali esigenze e normative.

La scelta dell’impianto fotovoltaico

Ogni impianto fotovoltaico di Riva Impianti ha una durata minima di 25 anni e non necessita di particolari autorizzazioni se installato per la propria utenza domestica o commerciale. Questo discorso non vale se si decide di installare l’impianto in un’area considerata sensibile. Inoltre Riva Impianti srl è riuscita a raggiungere un traguardo importante: ridurre al minimo le emissioni di anidride carbonica (CO2) nell’aria riuscendo così ad ottenere anche un risparmio evidente sulle bollette. Infatti l’impianto fotovoltaico, comunemente installato, sfiora i 1,5 MegaWatt di picco di potenza e gli impianti attivi hanno finora prodotto quasi 4 GigaWatt/Ora di potenza elettrica totale.

Perché scegliere un impianto fotovoltaico?

L’acquisto di un impianto fotovoltaico deve essere accompagnato da esperti professionisti pronti a mettere in campo le proprie competenze per consigliare l’impianto più adatto alle esigenze dei propri clienti. Ogni azienda del campo che si rispetti deve assicurare questo tipo di trattamento, ovvero seguire il cliente nella fase di progettazione, installazione e manutenzione periodica senza mai perdere di vista le reali esigenze del cliente di avere un impianto con pannelli fotovoltaici altamente performanti e di ultima generazione. La personalizzazione del progetto, è proprio questo il segreto alla base della scelta di un’azienda piuttosto che un’altra.

L’azienda vicentina Riva Impianti srl infatti offre la possibilità di poter installare ben due tipologie di impianti più diffusi: un impianto isolato e un impianto connesso alla rete.

Gli incentivi statali

A livello statale sono offerte ben due possibilità per sostenere ed incentivare i privati e le aziende a investire nelle energie rinnovabili ed in particolare nell’acquisto di un impianto fotovoltaico.

Conto termico DM 28/12/2012

Il “Conto Termico” è un decreto legislativo che sostiene ed incentiva la produzione dell’energia termica derivante dalle fonti rinnovabili. Il soggetto responsabile è GSE spa, il Gestore dei Servizi Energetici, che è stato nominato per erogare gli incentivi a tutti i soggetti che ne possono beneficiare. A seconda della diversa tipologia dell’intervento da effettuare, sia se si tratta di incremento dell’efficienza energetica che miglioramento delle prestazioni energetiche, sono stabiliti vari incentivi. L’incentivo previsto dal DM Conto Termico è un contributo economico annuale sulle spese sostenute e che varia dai due anni ai cinque anni. Per avere altre informazioni, basta andare sul sito ufficiale: www.gse.it

Detrazione del 50%

L’agevolazione fiscale conosciuta come detrazione del 50% sulle spese di ristrutturazione rientra nel Testo Unico Imposte sui Redditi “Detrazione delle spese per interventi di recupero del patrimonio edilizio e di riqualificazione energetica degli edifici”. Possono usufruire tutti i contribuenti che effettuano sugli immobili residenziali una manutenzione ordinaria, straordinaria, restauro e risanamento conservativo e ristrutturazione edilizia. Per informazioni consultare: Legge n°449 del 27-12-2009 e D.P.R. n°380 del 06-06-2001.

Colonnine auto elettriche: la nuova frontiera dell’eco-mobilità

Parallelamente al mercato dei veicoli elettrici, oggi cresce in modo molto rapido quello delle stazioni di ricarica elettrica. Sono conosciute in diversi modi e vengono chiamate anche stazioni di ricarica per auto elettriche o colonnine auto elettriche.

Informazioni sulle stazioni di ricarica

Le Stazioni di ricarica sono disponibili in due tipologie: la tipologia residenziale e quella commerciale.

Le stazioni di ricarica residenziali sono costruite per le abitazioni unifamiliari. Non hanno una avanzata tecnologia, ma forniscono l’energia elettrica che è necessaria per ricaricare il veicolo familiare in maniera completa, pur con una velocità molto limitata, definendo tempi di ricarica molto lunghi. Le stazioni di ricarica residenziali possono essere facilmente acquistate presso grandi punti vendita. Quando si acquista un veicolo elettrico, infatti, la concessionaria può indirizzarvi all’acquisto di una colonnina ad uso familiare per ricaricare il vostro veicolo.

Le colonnine di ricarica commerciali, invece, sono molto più sofisticate, sia in termini di hardware che di software. Sono costruite per usi commerciali come la grande distribuzione, gli uffici, i supermercati parcheggi pubblici, e così via. Le stazioni commerciali devono superare rigorosi test di laboratorio per far sì che rispettino tutte le normative elettriche vigenti e le linee guida del mercato. Inoltre, le stazioni commerciali di solito sono dotate di un software intelligente che permetterà al proprietario della stazione di gestirne l’utilizzo. Attraverso questo software, i proprietari delle stazioni possono eseguire report di sostenibilità, acquistare i software, monitorare l’utilizzo di energia elettrica e altro ancora.

I livelli di carica delle colonnine auto elettriche

Si possono distinguere tre livelli principali di ricarica per un veicolo elettrico o ibrido.

Livello I – Il primo Livello si riferisce alle prese standard 110 VAC che avete nella vostra casa. Questo è un tipo di ricarica standard per un veicolo elettrico e richiederà molto tempo la ricarica completa. Ad esempio, la ricarica di una Nissan Leaf al 100% con un caricabatterie I livello EV impega circa 20 ore da vuoto a pieno.

Livello II (Residenziale) Il secondo livello di ricarica delle colonnine residenziali genera energia a 240 Volts e 30 Ampere. Ciò equivale all’energia che può essere assorbita da una asciugatrice casalinga. Le stazioni di II livello sono generalmente costruite nei garage familiari dove c’è un singolo utente che possiede un’auto elettrica.

Livello III (Commerciale) – Il livello 3 delle stazioni commerciali è ormai realmente emerso come lo standard del settore per la ricarica dei veicoli elettrici quando non si è in casa. Forniscono gli stessi 240 Volts e 30 Ampere come le stazioni residenziali, tuttavia il valore reale di queste stazioni risiede nei loro software. Infatti, la totalità della stazione è collegata a un software che rende facile per un proprietario gestire le singole colonnine, vedere quanti piloti le hanno usate, generare rapporti di sostenibilità, e altro ancora. Per ricaricare una Nissan Leaf al 100% con una stazione di ricarica commerciale occorrono circa 5-6 ore da vuoto a pieno. Una differenza notevole che riduce i tempi di ricarica di ben tre volte rispetto alle colonnine di livello I.

Gli inverter fotovoltaici: il cuore degli impianti solari

Foto da Arredamento.it

Rinnovabile, praticamente illimitata ed ecologica: è l’energia solare. Attraverso la conversione diretta della luce naturale in energia elettrica, l’impianto fotovoltaico evita l’uso di combustibili fossili e azzera l’emissione di sostanze inquinanti e dannose per la salute.

Installare un impianto fotovoltaico mette al riparo da eventuali aumenti sulla bolletta, nel caso di uso domestico, e può rivelarsi una buona occasione di investimento per quanto riguarda gli impianti di medie e grandi dimensioni.

Il cuore degli impianti è costituito dagli inverter fotovoltaici, il meccanismo attraverso il quale la corrente continua viene trasformata nella comune corrente alternata, quella utile ad alimentare gli edifici e le nostre case. Allo stesso tempo, gli inverter solari controllano e monitorano il buon funzionamento dell’intero impianto. Per questo è bene scegliere attentamente i prodotti che garantiscano la massima potenza e il miglior rendimento, fra quelli presenti in commercio. Un’ottima soluzione è sfogliare un catalogo multi marche, in cui trovare la risposta più adatta al proprio impianto e alle proprie tasche. As Solar, in questo senso, si distingue per prezzi competitivi, velocità di consegna e migliori marche disponibili. Nel ricco catalogo è presente anche una vasta area dedicata ai microinverter Enphase: il sistema più performante per produrre energia con un ritorno di investimento rapido, sicuro e affidabile.

 

Efficienza energetica e Petrolio

Con il calo vertiginoso dei prezzi che sta subendo il prezzo del petrolio si alzano sempre di più le discussioni sul tema delle rinnovabili e dell’effcienza energetica, la politica solo adesso inizia a porre l’attenzione su un tema importantissimo e fondamentale per lo sviluppo del paese e per la salvaguardia del pianeta terra. Due processi di produzione dell’energia completamente opposti ma allo stesso tempo così legati l’uno all’altro, infatti quando il prezzo del petrolio è alto e quindi fa bene alle casse dei governi ed alle multinazionali del petrolio non si fiata di concetti come “efficienza energetica” “sviluppo delle rinnovabili” e viceversa, ovvero come in questo periodo che il petrolio è calato ai minimi storici e si inizia a parlare di cambiamento.

Il problema è che il processo di rinnovamento e cambiamento non si effettua in pochi giorni, ci vuole che i governi mettano insieme un pacchetto di riforme che vadano in quella direzione, focalizzandoci sul problema in Italia ci sarebbe in primis un patrimonio immobiliare da riqualificare totalmente, effettuare tutta una serie di interventi tali da rendere compatibili con le attuali norme vigenti imposte dalla comunità Europea.

Parliamo di interventi che andrebbero a creare anche un indotto enorme dal punto di vista occupazionale, basti pensare che i soli interventi di isolamento termico creerebbero lavoro per oltre 150.000 addetti del settore, oltre ad altri interventi come il solare termico i doppi vetri ed il fotovoltaico, per questo i governi dovrebbero creare degli incentivi forti che andrebbero a dare un impulso significativo al settore. Che dire, il cambiamento o meglio la rivoluzione è a portata di mana, i segnali non mancano, il calo del petrolio e di altri combustibili fossili sono le avvisaglie di un meccanismo che non è più sostenibile per l’intera collettività e per la società in generale.