Archivio della categoria: Mobilità

Diffusione delle bici elettriche in Italia

In Italia negli ultimi anni si sta assistendo ad un fenomeno molto interessante: la diffusione capillare delle biciclette elettriche. Questo mezzo già molto comune nei paesi del nord Europa (ma non solo, infatti, nella sola Cina nel 2014 vi sono oltre 35 milioni di biciclette elettriche), coniuga la comodità con il rispetto del pianeta, favorendo gli spostamenti del ciclista, soprattutto in città, in maniera veloce ed economica. La bicicletta elettrica infatti, unisce lo sforzo del ciclista alla potenza di una batteria elettrica (nelle versioni più moderne a ioni di litio) e permette una buona autonomia in termini di distanza garantita (che su alcuni modelli di bici, con batterie evolute, può arrivare fino a oltre 100 km). Con le caratteristiche insite del mezzo, la bicicletta elettrica permette spostamenti (come abbiamo visto, anche medio lunghi) garantendo una economicità senza pari, il costo è infatti legato alla sola ricarica della batteria, cosa questa che avviene tramite una normale presa elettrica, e viene contabilizzata in un ordine di grandezza inferiore all’euro. La comodità della bicicletta elettrica è certificata dal costante aumento delle vendite di questo mezzo, in generale in tutta Europa, e in particolare nel nostro paese. Secondo un report stilato dall’associazione europea dei costruttori di biciclette, le vendite delle elettriche rappresentano una fetta di mercato (rispetto a tutte le biciclette vendute) che sfiora il 10 % , con un aumento medio annuale che si asseta stabilmente, negli ultimi anni, a oltre il 13 %. Il trend che vede l’incremento di vendita delle e-bike, coinvolge anche l’Italia, nel nostro paese il fenomeno che vede la commercializzazione dei mezzi a due ruote elettrici, rappresenta un forte traino dell’intero settore delle biciclette, anche sotto il punto di vista occupazionale. In Italia infatti secondo gli ultimi dati disponibili, solo nel 2012, sono state vendute quasi 50.000 e-bike, il numero che da solo indica già la forte attrattiva che rappresenta il mezzo, viene supportato dall’interesse che le grosse aziende del settore (anche quelle storiche) nutrono nel mezzo. Molte case produttrici hanno inserito nei propri cataloghi varie “elettriche” affiancandole alle tipologie classiche, consentendo così al cliente finale una buona scelta di modelli con differente autonomia garantita e soprattutto con differente prezzo. Anche alcune case automobilistiche guardano con attenzione alla penetrazione sul mercato delle e-bike, e di questi mesi infatti la presentazione di una bici elettrica, nata nei laboratori della Mercedes, la casa di Stoccarda sempre attenta alle nuove tecnologie ha dedicato un intero settore alla produzione di e-bike, scommettendo sulla loro diffusione a livello globale. L’aumento delle vendite dei mezzi elettrici va di pari passo con la diminuzione del loro prezzo, statisticamente il prezzo medio per bici si assesta mediamente sui 1000 euro, la diminuzione del prezzo è infatti legata alla maggiore concorrenza sul mercato, concorrenza figlia dell’aumento della domanda da parte della clientela finale. I dati, significativi nella loro cruda realtà matematica, sono supportati empiricamente dalle sempre maggiori presenze sulle strade italiane, non è difficile infatti incrociare, soprattutto nelle grandi città, una bicicletta elettrica, e probabilmente nei prossimi anni la visone di una e-bike diverrà sempre più comune in Italia. milanobici.com