È possibile risparmiare sulla bolletta dell’acqua? Sì, bastano questi piccoli accorgimenti

Risparmiare acqua non è solo importante per un vantaggio economico sul costo della bolletta, ma è anche un dovere morale che tutti dovremmo avere nei confronti delle generazioni future e del nostro pianeta. Proprio per questo non possiamo permetterci di sprecare nemmeno una goccia di quello che viene definito l’oro blu, anche perchè con dei piccoli gesti potremmo avere dei vantaggi sostanziali. Ecco i migliori consigli per un’ottimizzazione delle nostre risorse idriche.

Un consiglio banale, ma molto spesso ignorato è il controlo periodico di tubature, rubinetti, e rondelle infatti anche una piccola perdita potrebbe far sprecare all’incirca 20 litri di acqua al giorno proprio per questo una manutenzione periodica è fondamentale per l’efficienza delle tubature.

Ridurre il tempo di uso della doccia, nonostante il vantaggio in termini di acqua utilizzata tra doccia e bagno sia innegabile, parliamo di 100 litri di acqua all’incirca per riempire una vasca media rispetto ai 50 litri necessari per riempire una doccia. Ogni minuto passato sotto la doccia consuma una media dai 6 ai 10 litri di acqua, quindi oltre al tempo dedicato per lavarci possiamo anche prestare attenzione ai momenti in cui l’acqua effettivamente non ci serve (quando per esempio ci insaponiamo) rispetto a quando abbiamo bisogno del getto.

Controllare che non ci sia una perdita ne WC, per fare ciò basta semplicemente inserire del colorante alimentare nell’acqua della cassetta la sera prima di andare a dormire e controllarla il giorno dopo, se sulle pareti del WC è presente del colorante allora è il caso di chiamare un idraulico perchè potrebbero esserci delle perdite. Inoltre una buona abitudine potrebbe essere quella di ridurre le dimensioni della portata della cassetta che in linea di massima si aggira tra i 6 e i 12 litri. Attraverso una galleggiante o anche una bottiglia di plastica riempita con acqua e sassolini è possibile ridurre il flusso della quantità desiderata e ottenere un risparmio medio annuo di  26.000 litri di acqua all’anno. È buona norma una volta che si procede alla ristrutturazione dell’appartamento di sostituire i vecchi sciacquoni con quelli a basso flusso o flusso differenziato.  

Uno strumento molto efficace per verificare che non ci siano perdite è mediante la lettura del contatore dell’acqua, per esempio la sera prima di andare a dormire, se la mattina successiva il contatore non riporta la medesima cifra rispetto al giorno prima sarà il caso di chiamare anche qui un idraulico per capire eventuali perdite tra le tubature della casa.

Comments

comments

Lascia un commento